Menu

TopLogo-con-logo-nuovo

News (122)

Piano triennale dell'Offerta Formativa

ISTITUTO PARITARIO ADORAZIONE
LICEO SCIENTIFICO LICEO LINGUISTICO EUROPEO
Viale Curreno,21   10133 TORINO     O11 660.29.79
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.                                      www.adorazione.it

PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA

EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.107/2015.

approvato dal Consiglio di Istituto

nella seduta del     13 gennaio 2016

Clausola di salvaguardia:   il presente Piano Triennale è stato elaborato tenendo conto delle risorse che vincolano la sua realizzazione. Ove ci si trovasse in presenza di risorse differenti o, comunque, inadeguate tali da renderne impraticabile l’attuazione, si dovrà procedere ad una sua ridefinizione.                                                                                     

 

INDICE

 

 

pag.

Premessa

3

Priorità, traguardi ed obiettivi

5

Proposte e pareri provenienti dal territorio e dall’utenza

Finalità e compiti caratterizzanti l’ Istituto Adorazione                                                                                                                              

6

7

Piano di miglioramento

8

Alternanza scuola lavoro

10

Tabella di sintesi

Patto educativo di corresponsabilità

11

12

 


 

PREMESSA

- Il presente Piano triennale dell’offerta formativa, relativo all’Istituto “ADORAZIONE” di TORINO ( sezione licei ) è elaborato ai sensi di quanto previsto dalla legge 13 luglio 2015, n. 107, recante la “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”;

- il piano è stato elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal dirigente scolastico con proprio atto di indirizzo del 30 ottobre 2015;

- il piano ha ricevuto il parere favorevole del collegio dei docenti nella seduta del 13 gennaio 2016;

- il piano è stato approvato dal consiglio d’istituto nella seduta del 13 gennaio 2016 ;

- il piano, dopo l’approvazione, sarà inviato, se richiesto anche alle scuole paritarie, all’USR competente per le verifiche di legge;

- il piano, all’esito della verifica in questione,riporterà il parere comunicato che verrà pubblicato nel portale unico dei dati della scuola e sarà consultabile sul sito web.

Il P.T.O.F. è un atto ufficiale pubblico, previsto dal regolamento sull’ Autonomia Scolastica ( D.P.R. n. 275/99 attuativo della Legge n.59/97 ) e della Legge 107/2015, in cui ogni scuola, di ogni ordine e grado presenta agli studenti e alle loro famiglie la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa: è,quindi, il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale della scuola e al tempo stesso un concreto strumento di partecipazione e conoscenza.                                                        

                                              

     L’applicazione della legge 107/2015, all’art.14,introduce il P.T.O.F. ( Piano Triennale Offerta Formativa) quale quadro identificativo della singola scuola intesa nella sua dimensione culturale e progettuale.

     L’estensione pluriennale del Piano evidenzia la necessità di proporre una duplicità di Offerta Formativa, in dinamica correlazione. Il P.O.F. annuale è costituito dalla realtà esistente in ciascuna scuola, la sua estensione di respiro triennale consente la progettazione nei successivi tre anni di lavoro: tale spazio temporale, oltre ad agevolare la realizzazione delle attività previste per il triennio, consente il lavoro sul progetto di miglioramento ipotizzato sulla base di tale tempistica.

     Il raggiungimento degli obiettivi previsti nel P.T.O.F., richiedono, necessariamente, il coinvolgimento di tutti coloro che partecipano alla vita della scuola, pur nel rispetto degli specifici ruoli.

     Emergono, a seguito dell’aggiornamento del modus operandi, l’esigenza e/o l’opportunità di riconsiderare il Piano,eventualmente con scadenza annuale, al fine di adeguare il documento alla luce dell’esperienza maturata nel corso del primo anno di applicazione; sarà possibile evidenziare punti di forza ma anche di criticità e, su questi ultimi, si potrà agevolmente ri – operare.

                                                                                                                                                                                                  

Priorità, traguardi ed obiettivi

Il presente Piano parte dalle risultanze dell’autovalutazione d’istituto, così come contenuta nel Rapporto di Autovalutazione (RAV), pubblicato all’Albo elettronico della scuola e presente sul portale Scuola in Chiaro del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

In particolare, si rimanda al RAV per quanto riguarda l’analisi del contesto in cui opera l’istituto, l’inventario delle risorse materiali, finanziarie, strumentali ed umane di cui si avvale, gli esiti documentati degli apprendimenti degli studenti, la descrizione dei processi organizzativi e didattici messi in atto.

Le priorità di ordine educativo che l’Istituto si è assegnato per il prossimo triennio sono:

  1. Particolare attenzione all’educazione ambientale, nella pratica quotidiana che caratterizza la vita dello studente (incentivi alla pedonalizzazione, all’uso di mezzi non inquinanti per recarsi a scuola…) in condivisione con i suggerimenti dell’Ente locale.
  2. Particolare attenzione alla prevenzione ed alle buone prassi in materia di sicurezza in senso lato,
  3. 1)Potenziamento di ogni iniziativa mirante allo “stare bene a scuola”.
  4. Miglioramento costante del buon clima di Istituto, quale condizione indispensabile per un apprendimento proficuo ed efficace.
  5. Sentirsi parte attiva nell’ambiente ed contribuire alla sua salvaguardia operando scelte responsabili anche durante la giornata scolastica.
  6. Potenziare i livelli di motivazione allo studio al fine di favorire l’acquisizione di conoscenze e di competenze aventi quale obiettivo lo sviluppo della persona attraverso il processo formativo.
  7. Favorire capacità di relazione, di raffronto, di interpretazione, promozione del lavoro a piccolo e a grande gruppo, a seconda delle attività previste, in vista dell’inserimento e dell’integrazione nella realtà sociale.
  8. Didattica per competenze, didattica laboratoriale e alternanza scuola lavoro.
  9. Progettazione di percorsi di alternanza scuola - lavoro, come previsto dalla norma in vigore, per gli studenti del triennio.
  10. Progettare, in accordo con l’Ente gestore, l’aggiornamento e la formazione del personale docente finalizzati al miglioramento dei percorsi educativo – didattici.

 

       in condivisione con i suggerimenti e le istanze ricorrenti di parte genitoriale.

I traguardi che l’Istituto si è assegnato in relazionealle priorità sono:

Gli obiettivi della scelta effettuata sono i seguenti:

necessario sviluppo di competenze di cittadinanza attiva che realmente possano contribuire alla crescita degli allievi nel renderli consapevoli dell’importanza del loro ruolo al termine del corso di studi delle scuola secondaria di secondo grado.                                                                                                                                                                              

 

Proposte e pareri provenienti dal territorio e dall’utenza

     Il Liceo Adorazione,nelle sezione scientifica e nella sezione linguistico – europeo, è attenta alle occasioni formative proposte che vengono vagliate in base alle esigenze rappresentate dagli studenti. E’ obiettivo dell’Istituto fornire agli studenti le migliori opportunità educative che saranno parte integrante dell’azione educativa e del potenziamento dell’offerta formativa.

A tal fine risultano interlocutori privilegiati:

Città metropolitana di Torino

Comune di Torino

Consiglio Regionale del Piemonte

Ufficio Scolastico Regionale Piemonte

Ce.Se.Di.

Università degli Studi di Torino

Facoltà di matematica

Facoltà di fisica

Facoltà di scienze

Politecnico di Torino

Facoltà di lingue e letterature straniere

Unione Industriale

Palazzo di Giustizia” Bruno Caccia” di Torino

Salone del libro di Torino

Istituto storico della Resistenza di Torino

Museo Egizio di Torino

WEP

Intercultura

     Nel corso dell’anno scolastico si avrà occasione di acquisire ulteriori proposte utili alla redazione del PTOF che sarà oggetto di aggiornamento .

                                                                                                                                                                              

Finalità e compiti caratterizzanti l’Istituto Adorazione

L’acquisizione di conoscenze, di competenze e di atteggiamento critico nei confronti del sapere costituirà il punto di partenza per il discente che verrà chiamato a ricoprire un ruolo attivo nella società e a dare il proprio contributo per cambiamento ed innovazione

     Fatta salva la specificità delle attitudini, degli interessi di ordine culturale e professionale dei singoli studenti, verrà privilegiato il metodo didattico che possa valorizzare le diverse attitudini ed i diversi interessi del discente sì da sviluppare motivazione personale, impegno, responsabilità ed autonomia nel corso del quinquennio.

     Il percorso di studio liceale deve fornire all’allievo adeguati strumenti metodologici e culturali in senso lato tali da consentirgli il possesso do competenze, di conoscenze che lo sostengano nel proseguimento degli studi , nel corretto inserimento nella società e,quindi, nel mondo del lavoro in armonia con scelte personali , attitudini, interessi.

     Il Piano di studio evidenzia, quali priorità:

  • potenziamento di competenze matematiche, logiche, scientifiche;
  • potenziamento di competenze linguistiche;
  • sviluppo e potenziamento del pensiero computazionale, utilizzo consapevole dei sociali network e dei media;
  • potenziamento della metodologia laboratoriale e delle attività ad essa correlate;
  • prevenzione di ogni forma di discriminazione e di bullismo (anche informatico):
  • potenziamento dell’inclusione scolastica in ogni sua forma.

            

   Importante il colloquio e la collaborazione costanti con le famiglie degli studenti, a supporto del percorso educativo individuato per ogni studentessa ed ogni studente.

                                                                                                                                                                                                    

Piano di miglioramento

Quali obiettivi di processo vengono individuati:

  1. la progettazione, per asse culturale incentrata su discipline di indirizzo, di unità didattiche, da sviluppare nel triennio;
  2. relativamente alle attività di alternanza scuola – lavoro, progettazione di percorsi strutturati che prevedano la fase della valutazione in sintonia con indicatori che rappresentino il percorso di apprendimento dello studente;
  3. Monitoraggio a distanza degli esiti ottenuti degli allievi in uscita, anche ai fini auto valutativi della propria azione educativa e didattica e conseguente ricaduta utile per successivi interventi.
  4. Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all’italiano nonché alla lingua inglese ed altre lingue dell’Unione europea studiate in Istituto, anche mediante la metodologia Content Language Integrated learning ( CLIL ).
  5. Predisposizione di percorsi formativi individualizzati, seconda dell’esigenze manifestate dagli studenti.

Nel rimandare, per competenza, alle decisioni dell’Ente gestore ogni attività ed iniziativa di matrice gestionale, si individuano le figure di riferimento per quanto attiene la realizzazione del P.T.O.F.:

- coordinatori di classe;

- referente orientamento in ingresso;

- referente orientamento in uscita;

- referente D.S.A. e B.E.S.;

- referente certificazioni lingue straniere;

- referente soggiorni studio all’estero, in corso d’anno scolastico;

- responsabili laboratori;

- centro sportivo studentesco.

     Ove ritenuto necessario, si procederà ad integrare, con altra tipologia, il presente documento.

Particolare rilievo riveste le figura del coordinatore del Consiglio di classe che:

- costituisce punto di riferimento autorevole per studenti e docenti nella gestione ordinaria della classe;                                                                                                                                                    

- sintetizza ed elabora con i colleghi del Consiglio le problematiche che emergono dalla classe per trasferirle in proposte operative valide;

- ove possibile coordina le iniziative di alternanza scuola lavoro nella propria classe.

Indicazioni operative ipotizzabili:

-   monitoraggio dei progetti di classe;

-   richiesta e ricezione di esperienze didattiche significative;

-   stimolo della multi inter disciplinarità;

-   proposta di incontri, iniziative ,attività, viaggi a elevato valore disciplinare e transdisciplinare.

                                                    

 

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

     Lo sviluppo delle competenze e delle conoscenze troveranno supporto e verifica nei nuovi percorsi di alternanza scuola lavoro introdotti dalla legge 107/2015. Tali percorsi concorreranno, unitamente alle altre iniziative in corso nella scuola, ad agevolare gli studenti del triennio in corrette ed efficaci scelte formative e professionali. Le esperienze derivanti dal periodo formativo in azienda si trasformano in un’esperienza in continuità con le attività che si svolgono in Istituto e divengono parte integrante della formazione degli studenti, i quali hanno occasione di verificare, nell’ambiente di lavoro, le competenze acquisite a scuola.

     L’esperienza di alternanza scuola – lavoro consente, inoltre, alla scuola di mantenere e consolidare i contatti con il territorio e le sue realtà produttive, di diversa tipologia,e, nel contempo, ha occasione di assumere indicazioni importanti rispetto alle competenze delle quali è utile dotare lo studente al fine di favorirne l’accesso al mondo del lavoro.

     L’organizzazione di tali periodi potranno coinvolgere l’intero gruppo classe, piccoli gruppi o singoli studenti in base agli accordi assunti dalla scuola e dalle aziende del territorio: in ogni situazione verrà valutata la ricaduta didattica degli interventi sull’intero gruppo classe.

     L’esperienza di alternanza scuola – lavoro coinvolgerà tutte le discipline e tutti i docenti della classe: costituirà l’occasione per mantenersi aggiornati rispetto a ciò che la società si aspetta dalla scuola. E’ opportunità di arricchimento notevole per gli studenti in un’età fondamentale per la loro formazione come cittadini e come lavoratori.

     Rileva come l’inserimento dello studente in azienda non costituisca rapporto lavorativo. L’allievo, giuridicamente, mantiene lo status di studente.

     L’alternanza:

- coinvolge tutti gli studenti a partire dal primo anno del triennio in attività finalizzate ad acquisire conoscenze e competenze spendibili nel mondo del lavoro;

- è parte integrante della valutazione finale dello studente e rileva ai fini dei risultati nell’arco del secondo biennio e dell’ultimo anno del corso di studi;

- è richiesta la frequenza di almeno tre quarti del monte ore previsto in progetto:

- le competenze acquisiti verranno valutate nell’ambito dell’esame di stato.

                                                                                                                                                                          

Tabella di sintesi

 

 

Scelte conseguenti alle previsioni di cui alla legge 107/15

 

commi

Pagina

Finalità della legge e compiti della scuola

1-4

7

Fabbisogno di organico di posti comuni e di sostegno ( aspetto economico )

5

n.g. *

Fabbisogno di organico di posti di potenziamento

5

n.g.   *

Fabbisogno di organico di personale ATA

14

n.g.   *

Fabbisogno di attrezzature ed infrastrutture materiali   (aspetto economico )

6

n.g.   *

Obiettivi prioritari adottati dalla scuola fra quelli indicati dalla legge

7

5

Scelte di gestione e di organizzazione ( aspetto economico )

14

n.g.   *

Educazione alle pari opportunità e prevenzione della violenza di genere

15-16

5        

Opzioni, orientamento, valorizzazione del merito, figure di coordinamento

28-32

8

Alternanza scuola-lavoro

33-43

10

Azioni coerenti con il piano nazionale scuola digitale ( aspetto economico)

56-59

n.g.     *

Didattica laboratoriale

60

5 -7

Uso dei locali al di fuori dei periodi di attività didattiche

61

n.g.     *

Formazione in servizio docenti (aspetto economico )

124

n.g.     *

 

 

* n.g.   punto attualmente non non gestito in quanto di competenza esclusiva dell’Ente gestore

                                                                                                                                                                                                   

                                            ISTITUTO ADORAZIONE PARITARIO

                                               LICEO EUROPEO E SCIENTIFICO

                                               Viale Curreno, 21   10133   TORINO

Tel.0116602979 - 0116602802                                      email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito internet: www.adorazione.it

                   PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’ – a.s. 2016/17

                                  ( ai sensi dell’ art. 3 D.P.R. 21 novembre 2007, n. 235 )

     Il genitore/ l’affidatario e l’Istituto in intestazione

VISTO il regolamento di Istituto in vigore;

PRESO ATTO che:

a)     la formazione e l’educazione sono processi complessi e continui che richiedono la

         cooperazione dello studente, della famiglia e dell’intera comunità scolastica;

b)     la scuola non è soltanto il luogo in cui si realizza l’apprendimento ma una comunità

         organizzata di persone, le quali utilizzano risorse materiali e immateriali e

         gestiscono e condividono tempi, luoghi, attività e diverse forme di aggregazione,

         che necessitano di interventi complessi di gestione, innovazione conservazione,

         attraverso la partecipazione e il rispetto dei regolamenti;

       sottoscrivono il seguente patto educativo di corresponsabilità

  1. IL RAPPORTO SCUOLA – STUDENTE – FAMIGLIA costituisce il fondamento su cui si basa la vita della scuola e l’efficacia della sua azione. Alla promozione ed allo sviluppo di questo rapporto genitori, studenti ed operatori dedicano impegno particolare i cui tratti essenziali sono richiamati nei punti che seguono.
  2. REGIME DI RECIPROCITA’ NEI DIRITTI E NEI DOVERI. Le “ CARTE “ fondamentali di Istituto   ( regolamento di Istituto, piano dell’Offerta formativa), su cui si basa la programmazione didattico/educativa dei consigli di classe e dei docenti sono pubbliche ed esplicitano i diritti e i doveri dei genitori/affidatari, i diritti e i doveri del personale che opera nella scuola.
  3. IMPEGNI DI CORRESPONSABILITA’ Il genitore/affidatario, sottoscrivendo l’istanza di iscrizione,assume l’impegno: di osservare le disposizioni contenute nel presente patto do corresponsabilità e nelle “carte” qui richiamate; b) di sollecitarne l’osservanza da parte dello studente. Il dirigente scolastico assume l’impegno affinché i diritti di tutti, richiamati nel presente patto,siano pienamente garantiti.
  4. DISCIPLINA Il genitore, nel sottoscrivere il presente atto è consapevole che: a) le infrazioni disciplinari dello studente possono dar luogo a sanzioni disciplinari; b) nell’eventualità di danneggiamenti o lesioni a persone la sanzione è ispirata al principio della riparazione del danno (art.4 comma 5 del D.P.R.249/1998, come modificato dall’art.1 del D.P.R.235/2007): c) il regolamento di Istituto disciplina le modalità d’irrogazione delle sanzioni disciplinari e d’impugnazione.
  5. segnalazione di inadempienza, tramite “avviso”, se prodotta dalla scuola (sia in forma scritta che orale ),o tramite “ reclamo “( in forma scritta) se prodotta dallo studente o dal genitore;
  6. accertamento: una volta prodotto l’avviso, ovvero il reclamo, ove la fattispecie segnalata non risulti di immediata evidenza, il ricevente è obbligato a esperire ogni necessario accertamento o verifica circa le circostanze segnalate;
  7. ripristino; sulla base degli accertamenti di cui alla precedente lettera “b”, il ricevente, in caso di riscontro positivo, è obbligato ad intraprendere ogni opportuna iniziativa volta ad eliminare o ridurre la situazione di inadempienza e le eventuali conseguenze;
  8. informazione; il ricevente è obbligato ad informare l’emittente tento sugli esiti

PROCEDURA OBBLIGATORIA DI COMPOSIZIONE AVVISI E RECLAMI. In caso di parziale o totale inosservanza dei diritti – doveri previsti o implicati nel presente patto si attua la procedura di composizione obbligatoria che comprende:

degli accertamenti che sulle eventuali misure di ripristino adottate.

    

L’Istituto scolastico                                                   Il genitore/affidatario

-------------------------                                                     ----------------------------

Data…………………..

 

Il documento è disponibile in formato PDFpdfico

Leggi tutto...

Domande di Iscrizione

ISTITUTO PARITARIO “ADORAZIONE DEL SACRO CUORE”
SCUOLA DELL’INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA,
SCUOLA DI I GRADO,
LICEO LIGUISTICO EUROPEO, LICEO SCIENTIFICO
VIALE CURRENO 21
10113 TORINO
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
tel 0116602979
fax 0116602802
 
 
 
 
 
 
Le domande di iscrizione delle scuole di ogni ordine  e grado devono essere presentate dal 22 gennaio al 22 febbraio 2016, ESCLUSIVAMENTE IN FORMA CARTACEA, PRESSO LA SEGRETERIA DELLA SCUOLA.
Gli uffici sono a disposizione per eventuali informazioni e/o chiarimenti.
L’amministrazione

 

 

Leggi tutto...

Il Corso di Calcio

ISTITUTO ADORAZIONE CADORNA
SCUOLA DELL'INFANZIA,
SCUOLA PRIMARIA,
SCUOLA SECONDARIA DI I e II GRADO
Viale Curreno 21
10133 Torino
tel. e fax 011/6602979-011/6602802

 

Il Corso di Calcio inizierà venerdì 2 ottobre.

1° - 2° H. 14.15 - 15.15

3° - 4° H. 15.15 - 16.15

5° H. 16.15 - 17.45

Per il primo allenamento portare maglietta,

pantaloncini e scarpe di ricambio.

Il materiale arriverà in breve tempo.

Leggi tutto...

Comunicazione alle famiglie

ISTITUTO ADORAZIONE PARITARIO
LICEO EUROPEO E SCIENTIFICO CADORNA
Viale G. Curreno, 21 – 10133 TORINO
Tel/fax 011/6602979 – 011/6602802
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet: www.adorazione.it


COMUNICAZIONE ALLE FAMIGLIE

Dal corrente anno scolastico 2015/16,  per delibera n°7 C.D. n°5 del 26 giugno 2015,  l’anno scolastico si articolerà in due periodi: un trimestre (termine il 22 dicembre 2015) e un pentamestre.
Il termine delle lezioni, fissato dal calendario regionale, è fissato al 9 giugno 2016.
Al termine del primo periodo, per gli alunni che ne evidenziassero la necessità, verranno organizzati corsi di recupero in Istituto per le discipline carenti nella valutazione.
La valutazione relativa al primo periodo verrà consegnata nel gennaio 2016 in data che verrà resa nota al termine del relativo scrutinio.


Il Dirigente Scolastico

Prof. Francesca Mura

Leggi tutto...

Comunicazione Orario della prima settimana per i Licei Scientifico ed Europeo

ISTTUTO ADORAZIONE CADORNA PARITARIO
LICEO EUROPEO E SCIENTIFICO CADORNA
Viale G. Curreno 21
10133 Torino
Tel/fax 011/6602979 – 011/6602802
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet: www.adorazione.it


COMUNICATO


Orario prima settimana
a.s. 2015/2016

Liceo Scientifico
Liceo Europeo

Lunedì 14 settembre   classe 1^ scientifico ore 9.30 – 12.00
    altre classi ore 10.00 – 12.00
     
Da martedì 15 settembre   ore 8.00 – 13.30

L’orario interno delle varie discipline verrà comunicato il primo giorno.
Come da piano di studi le classi IV e V Europeo avranno due uscite alle ore 14.30.

Il Dirigente Scolastico
Prof. Francesca Mura

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS