Menu

TopLogo-con-logo-nuovo

Progetto Educativo d'Istituto

PROGETTO EDUCATIVO D'ISTITUTO

LA CONGREZIONE E L’ISTITUTO ADORAZIONE

Le suore dell’Adorazione, fondate dalla Madre Giovanna Francesca Choussy e dal Padre Leonardo Furnion. La missione delle Suore dell’Adorazione è andare verso il mondo ed annunciare il messaggio di Cristo vivendo intensamente i segni del Signore.

L’Istituto Adorazione viene fondato a Lione nel maggio 1820 a seguito del movimento di rinascita religiosa degli inizi del XIX secolo. Mezzo secolo più tardi, nel 1882, un gruppo di religiose, appartenenti alla Congregazione dell’Adorazione del Sacro Cuore, fondò la prima Casa a Torino in viale Giacomo Curreno, ai piedi della collina torinese, che accolse nei primi anni alunne di famiglie nobili, che richiedevano una solida preparazione religiosa e morale e una cultura generale in lingua francese.

La prima direttrice del Collegio fu Mère Marie Cécile, che lo amministrò per cinquant’anni. Educatrice ferma e illuminata nella sua fede, decisa nelle sue azioni ed estremamente rispettosa della libertà e dell’individualità dell’animo giovanile, riscosse l’affetto, la stima e l’ammirazione di tutti.

Le consorelle raccolsero i suoi esempi e i suoi insegnamenti conservando l’impronta da lei lasciata al Collegio. Madre Maria Caterina Cadorna, figlia del Generale Luigi Cadorna, che per molti anni fu sua allieva, fu chiamata a sostituirla dopo la sua morte. Sotto tale direzione l’Istituto conobbe un notevole sviluppo.

La sua attività scolastica segna più di un secolo della vita torinese, caratterizzandosi come Collegio comprendente tutti i gradi di Scuola specificatamente femminile. Nel 1923 il Provveditorato di Torino autorizzò il funzionamento della SCUOLA ELEMENTARE. Dal 1934 cominciarono a funzionare la SCUOLA MEDIA e il GINNASIO-LICEO CLASSICO.

Negli anni ’50 le alunne divennero sempre più numerose e, su richiesta delle famiglie, desiderose di dare alle figlie una preparazione culturale più moderna, dal 1962 il Ginnasio-Liceo Classico venne sostituito dal LICEO LINGUISTICO CADORNA legalmente riconosciuto nel 1972 accogliendo in seguito anche iscrizioni maschili.

Attualmente l’Istituto Adorazione rappresenta nella città di Torino un polo scolastico comprensivo dell’intero corso di studi dalla Scuola dell’Infanzia ai Licei europeo e scientifico. Dal 2000 ogni livello di istruzione ha ottenuto dal Provveditorato il riconoscimento della parità scolastica.

LA SCUOLA LUOGO DI EDUCAZIONE CRISTIANA

La fondazione a Torino dell’Istituto scolastico da parte delle Suore dell’Adorazione manifesta la loro missione: la concezione cristiana dell'educazione. Ispirandosi ai principi fondanti e fondamentali della CONGREGAZIONE, l’Istituto pone alla base dell'insegnamento un’intenzionalità cristiana educativa: l’insegnamento scolastico ha come primo presupposto e come finalità ultima l’educazione AI VALORI DELLA VITA CRISTIANA.

In questo orizzonte, "Educare" , quindi, significa introdurre alla realtà umana - a tutte le realtà che la persona in formazione è chiamata ad incontrare nella sua vita (sé stessa, le persone, gli avvenimenti, le strutture) - arricchiti dell’esperienza cristiana.

Poiché la realtà la si conosce in modo adeguatamente solido, intenso e sicuro quando se ne coglie il significato per la propria vita, non è possibile alcun passo educativo senza dare all'alunno una chiara e convincente idea del senso e del valore che hanno le cose della vita. Nella pluralità delle esperienze per lo studente, la scuola deve essere la guida che lo aiuta a scoprire il senso unitario delle cose, ad avere una visione sapienziale della vita: un senso e una visione che il ragazzo in formazione deve particolarmente sentire come propri in una scuola cattolica, sperimentandoli e verificandoli continuamente. In una scuola così concepita, la comunità educante (dirigenti, insegnanti e genitori) diventa "autorevole", cioè il luogo in cui la tradizione è più consapevole, "cresce e fa crescere". Questo è l'obiettivo che la scuola intende perseguire, nella più schietta fedeltà alla tradizione cristiana. A "servizio" delle famiglie, essa vuole così promuovere la formazione integrale degli alunni attraverso percorsi educativi e culturali illuminati appunto dalla ricerca di un senso unitario nel conoscere cristiano per incontrare e affrontare la realtà.

IL PROGETTO DELL’ADORAZIONE

L'Istituto Adorazione, per ogni plesso di ordine e grado da cui è composto, privilegia, in ordine a tutti i suoi interventi curriculari ed extracurriculari, gli elementi, quindi, che corrispondono a un Progetto educativo cristiano che metta al centro la persona esprimendo la pienezza dell'umano e l'infinita misericordia di Dio nei confronti dell'uomo stesso.

La realizzazione del Progetto educativo cristiano è il punto di riferimento dei principi, degli obiettivi, dei metodi e degli strumenti esposti nei diversi P.O.F .Tale progetto prende vita attraverso l'opera della Comunità educante dell'Adorazione e l' educazione religiosa degli alunni fa parte integrante del progetto educativo.

Il Progetto Educativo dell'Adorazione ha come fondamento la visione che l'educazione consiste nell'attrazione positiva al Bene, quale carattere specifico per lo sviluppo della persona. Di fronte ad ogni tendenza culturale portata ad accentuare le dimensioni negative della realtà, il P.E.I. intende privilegiare tutti quegli aspetti che rispondano alle categorie del positivo in una visione di salvezza e santità a cui la vita cristiana chiama: sperare, affrontare con coraggio le situazioni, cercare in ogni cosa il lato migliore, impegnarsi con generosità, rispettare e stimare ogni contenuto, allargare sempre il proprio orizzonte. Gli Insegnanti, quindi, hanno come dovere quello di concepire l'insegnamento come apertura ad un orizzonte di senso. Questo implica perciò il loro strettissimo coinvolgimento personale, anche in ordine alla conoscenza dei loro allievi e alla condivisione del loro percorso scolastico. Questo significa che l'insegnamento non verrà mai concepito come una semplice e ripetitiva amministrazione di nozioni, informazioni, compiti. Ogni ordine grado di Scuola presente in Istituto esprime tutto ciò secondo peculiarità specifiche:

SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA

A prescindere dalla progettazione didattica specifica delle due Scuole a cui si rimanda, la Scuola dell’Infanzia e quella Primaria si propongono come scopo fondamentale e primario, attraverso tutte le sue attività sia d'insegnamento che di coinvolgimento extracurriculare, di valorizzare le possibilità attitudinali e creative di ogni allievo, ai fini della propria conoscenza, della propria autostima, della propria capacità di relazionarsi, e infine del proprio inserimento nella società attiva. In questo quadro si cercherà di sviluppare costantemente gli aspetti creativi di ogni singolo allievo, anche in quegli ambiti disciplinari che apparentemente sembrano richiedere un’applicazione più ripetitiva. Non dovrà mai essere dimenticato che ogni obiettivo da raggiungere, in chiave multi disciplinare e disciplinare, dovrà rappresentare per l'allievo una scoperta di senso, in ordine a se stesso e in ordine alla realtà.

SCUOLA SECONDARIA DI I LIVELLO

La Scuola Secondaria di I livello si pone definitivamente, dopo la fase della Primaria come il luogo della scoperta, quando l'età dei ragazzi vive l'esperienza del proprio io, che viene distinguendosi in modo sempre più vivo e problematico del proprio ambito relazionale. Tale ambito a sua volta assume il volto affascinante o inquietante della realtà. La scuola elementare corrisponde invece a un'età in cui prevale una certa forma di distinzione fra sé e il mondo, vissuta soprattutto attraverso il .rapporto affettivo famigliare. A sua volta il liceo rappresenta la fase della riflessione critica sull'esperienza.

SCUOLA SECONDARIA DI II LIVELLO

Il Liceo rappresenta il livello della riflessione critica e problematica, quando l'età dei ragazzi è portata a conquistare in modo sempre più stabile il proprio ambito

relazionate. Nel livello liceale la realtà corrisponde all'aprirsi delle proprie conoscenze e pertanto si fa tanto più ampia e significativa, quanto più lo studente approfondisce il proprio mondo culturale

Ultima modifica ilVenerdì, 02 Ottobre 2015 10:02
Torna in alto