Menu

TopLogo-con-logo-nuovo

Regolamento primaria

Regolamento primaria

Art. 1 Principi generali

  1. Per garantire un buon funzionamento dell’Istituto, Docenti, Famiglie e Allievi s’impegnano a rispettare le norme che istituzionalizzano i principi espressi nel Progetto Educativo dell’Istituto.
  2. Tutti i Docenti hanno il diritto e il dovere di richiamare qualunque allievo all’osservanza delle norme comportamentali contenute in questo Regolamento.

Art. 2 Orario scolastico

  1. Le lezioni iniziano alle ore 8,30 e terminano alle 16,30; l’ingresso in aula è consentito a partire dalle ore 8.15.
  2. E' attivo un servizio di “Prescuola” dalle ore 8,00, gestito da un insegnante della Scuola Primaria stessa nell’attesa dell’inizio delle lezioni, gli alunni non possono sostare nei corridoi della scuola.
  3. L’orario scolastico deve essere rispettato con precisione per consentire il regolare svolgimento delle attività.
  4. Ogni ritardo dovrà essere giustificato sul libretto personale da un genitore e firmato dall’insegnante di classe; qualora i ritardi fossero troppo frequenti saranno presi adeguati provvedimenti.

Art. 3 Ingresso e uscita

  1. Le entrate e le uscite devono avvenire in modo ordinato e nel rispetto di quanti lavorano all’interno delle classi.
  2. Le uscite e le entrate avverranno per tutte le classi esclusivamente dall’ingresso principale;
  3. I permessi d’uscita anticipata vengono firmati dai genitori e vidimati dall’insegnante di Classe.
  4. E’ obbligatorio depositare in segreteria i nominativi e le fotocopie dei documenti delle persone che quotidianamente possono prendere il bambino/a all’uscita da scuola.
  5. Nei casi particolari o di emergenza in cui il bambino/a non potesse essere recuperato dalle persone solitamente preposte, è obbligatoria una segnalazione scritta sul diario o sul libretto scolastico da presentarsi sia in segreteria che all’insegnante di classe.

Art. 4 Giustificazioni assenze

  1.  Le assenze vanno giustificate nella giornata del rientro.
  2. Le giustificazioni per assenze sono valide solo se stilate sul libretto personale, firmato da un genitore e vidimate dall’insegnante di Classe.
  3. In caso di mancanza della giustificazione, l’allievo è eccezionalmente ammesso in classe. Il giorno successivo l’allievo dovrà presentare la relativa giustifica.

Art. 5 Attività didattica

  1. I compiti assegnati devono essere svolti con la massima cura e diligenza; consegnati secondo le indicazioni degli Insegnanti.
  2. In caso d’assenza, gli allievi sono tenuti ad aggiornarsi sullo svolgimento del programma e delle attività previste nei giorni successivi.
  3. Ogni allievo deve essere in possesso del materiale richiesto dall’Insegnante e averne cura.
  4. La presenza degli allievi è obbligatoria a tutte le attività formative comprese nell’orario scolastico, poiché necessarie per la realizzazione del Progetto Educativo e del POF.

Art. 6 Norme generali di comportamento

  1. Gli allievi sono tenuti nel decoro e nel rispetto dell’istituzione scolastica ad indossare la divisa scolastica prevista per i singoli cicli.
  2. Gli allievi sono tenuti a presentarsi tutti i giorni muniti di diario, libretto personale, libri di testo e materiale didattico necessario allo svolgimento delle lezioni.
  3. La scuola non risponde dello smarrimento di oggetti personali o di valore; essi sono esclusivamente sotto la tutela del proprietario.
  4. Gli allievi sono tenuti a rispettare il posto assegnato in aula ed ad usufruire dell’arredo scolastico con il dovuto rispetto; in caso di danni al medesimo, il costo di ripristino sarà a carico dei responsabili.
  5. Durante le ore di lezione e nei cambi d’ora, non è ammesso uscire dall’aula. L’uso dei servizi durante le ore di lezione è ammesso eccezionalmente solo se autorizzati dal Docente.
  6. Eventuali allergie o particolari problemi di salute devono essere tempestivamente comunicati alla Direzione.
  7. E’ vietato, durante l’attività didattica, l’uso dei telefoni cellulari e di qualunque altra apparecchiatura digitale, come riportato nella Circolare Ministeriale n. 173 del 19 marzo 2007, che prevede sanzioni disciplinari in caso di uso improprio; pertanto i Docenti sono autorizzati a ritirare le apparecchiature, che verranno restituite dal Direttore ai genitori. È assolutamente vietato effettuare fotografie e riprese video.
  8. Si ricorda che il comportamento è oggetto di valutazione, ai sensi del D.P.R. n. 122 del 17 giugno 2009.
  9. Durante le lezioni di Educazione Motoria, indosseranno la tuta da ginnastica dell’Istituto, cambiando obbligatoriamente le scarpe durante la lezione in palestra.

Art. 7 Intervallo

  1. Un comportamento corretto esige che si eviti di correre, urlare, giocare nelle aule, nei corridoi, per le scale; una particolare correttezza di contegno è richiesta nei locali comuni e nell’uso adeguato e decoroso dei servizi igienici e relative adiacenze.
  2. E’ vietato consumare cibi nelle aule.

Art. 9 Comunicazioni scuola – famiglia

  1. Gli Insegnanti sono a disposizione dei genitori nei giorni di colloquio fissati nel calendario scolastico interno.
  2. Il diario scolastico e il libretto personale, mezzi di comunicazione scuola – famiglia, devono essere usati in modo corretto e firmati quotidianamente per presa visione da un genitore.
  3. I genitori, oltre ai colloqui individuali, sono informati circa il comportamento e il profitto del figlio attraverso le periodiche valutazioni anche infraquadrimestrali.
  4. L’impegno che i genitori assumono all’atto d’iscrizione dei propri figli, accettando i principi e i valori del Progetto Educativo, del POF e del presente Regolamento, non si esaurisce con l’assolvimento dei doveri amministrativi, ma si estende ad una vasta gamma d’interventi intesi a realizzare una piena collaborazione con la Scuola per la crescita e per la formazione dei propri figli.
  5. I familiari degli alunni non devono disturbare il sereno svolgimento delle attività didattiche, accedendo nei corridoi o nelle aule all’inizio o durante le ore di lezione, né esigere informazioni fuori dagli orari e dai luoghi previsti. Comunicazioni urgenti devono essere gestite tramite la Segreteria o la Direzione.
Ultima modifica ilLunedì, 29 Aprile 2013 14:07
Torna in alto